E’ l’ora del TFC Fiorenza!

ASD-Firenze-AvatarFirenze, 2 marzo 2017 –  Con un orgoglio che rischia di debordare nella stucchevolezza, sabato e domenica saremmo tutti incollati al monitor e ai telefonini per seguire il Campionato di serie D dove la nostra TFC Fiorenza porterà in alto i colori di Firenze.
Becucci Tiberio
Cherici Matteo
Masini Mirko
Pasquini Mirco
Poggiali Nicola
saranno i cavalieri che indosseranno armatura e lancia, sfidando chiunque gli si presenterà davanti, indomiti, fieri e pronti a stillare l’ultima goccia di sudore all’avversario. Perchè questo e solo questo dovrà essere il compito del Fiorenza, mai domi e testa alta fino alla fine! Vi seguiremo da lontano ma non per questo dovrete sentirvi soli perchè il nostro incitamento percorrerà le acque dell’Arno e arriverà a Pisa con urlo che vi farà forti. E sò che onorerete quella maglia, quei colori che da sempre contraddistinguono il bello.
Abbiamo lavorato tanto, ci abbiamo creduto anche nei momenti in cui tutto sembrava non arriderci e siamo stati più forti di tutto e di tutti. Il CS Firenze e il TFC Fiorenza sono il risultato di tutto questo lavoro e solo la determinazione, la concentrazione, il sudore e la voglia di uscire fieri dal campo diranno che avevamo ragione … che ci avevamo visto lungo.
Forza guerrieri, ancora qualche giorno per affilare le lame, per lucidare le armature e sellare i cavalli. Poi al galoppo, stendardo al vento, orgogliosi di voi!

FORZA FIRENZE, SEMPRE!

Annunci
Pubblicato in Subbuteo

Buona prova al GP Toscana di Ponticino

ASD-Firenze-AvatarPonticino, 26 marzo 2017 – Ottimo GP Toscana organizzato dagli amici di Papata, e viola che onorano la tappa con ben 7 presenze e due atleti a giocarsi l’accesso ai Campionati Italiani individuali nella categoria Open. Passa il girone come secondo un acciaccato Pini che, più che contro gli avversari di turno, deve lottare contro una maledettissima schiena che lo tormenta; alla fine Pini – Schiena 1-0!
Bonciani vince il girone perdendo punti solo con uno dei padroni casa, Massimo Caiazzo (2-2). Solido!
Cattani, più araba fenice che Kobra, perde la prima partita con un secco 4-1 facendo sballare tutti i bookmakers e poi infila Nicchi (che si aggiudicherà il torneo!) e il perugino Discepoli vincendo il girone in maniera imperiosa. Allarrappertari!
Pasquini potrebbe giocarsi il girone ma il labronico Giudice senior e Torboli lo mettono alle spalle dopo una rovinosa caduta contro Cencini. Consolazione!
Casati lotta ma nella partita del “dentro o fuori” si fa beffare da Vatteroni che lo esclude dal paradiso. Consolazione!
Anche Robertiello finisce in un girone di ferro ma resta aggrappato fino alla fine quando il versiliese Bacci lo esclude dal tabellone principale vincendo sulla sirena 2-1. Consolazione!
Poggiali suda per la seconda piazza dietro il grossetano Petrini ma la differenza reti sorride all’atleta di Foligno, Pieroni. Consolazione!
Parentesi per la qualificazione ai Campionati Italiani individuali: Bonciani e Casati provano a scalare senza ossigeno la vetta Stefano Buono. Non ci va molto lontano Marco ma alla fine la tecnica del tosco/siculo prevale.
Quindi tre viola negli ottavi di finale e subito uno scontro fratricida. Sarà Pini-Cattani; partita divertente, giocata a viso aperto dai due fratelli viola. Questa volta prevale un cinico Pini con un Kobra troppo impreciso sotto porta.
Bonciani se la deve vedere contro il “castrista” Torboli. Partita metodica come nelle corde del Capitano e secco 3-0 in saccoccia.
Le altre partite rispecchiano i pronostici e si arriva ai quarti con l’ennesimo scontro tra viola. Questa volta sarà Pini-Bonciani, “el clasico”. Pini mette nel dimenticatoio il mal di schiena e, grazie anche ad un Boncia più “morbido” del solito, porta a casa la semifinale.
Sarà così la terza maglia viola che nella giornata dovrà affrontare l’8000 mt. chiamato Stefano Buono. Non c’è storia. Troppo forte. Troppo tutto. Ci fermiamo qua. Ma va bene!
Bravo Sergio che, maturando la rabbia dell’esclusione dal tabellone principale, va a vincere il Consolazione.
Nota davvero emozionante della giornata la targa consegnata a Letizia da parte del Comitato Regionale per il suo impegno nella divulgazione a suon di scatti della nostra attività. Alè!
Il prossimo impegno sarà l’asso di briscola!
FORZA FIRENZE, SEMPRE!

Il Torneo nei dettagli

Pubblicato in Subbuteo

A testa alta anche nell’Old

ASD-Firenze-AvatarBologna, 12 marzo 2017 – Cherici, Ferri, Cattani e Pini ovvero i quattro dell’apocalisse oldista! In quel di Bologna a contendersi la Coppa Italia Subbuteo 2017 c’era anche il CS Firenze, senza tante pretese o ambizioni di chissà quali traguardi ma con un cazzo duro come il marmo che ha fatto girare le palle a più di un oldista! Questi siamo noi, bamboline o no se ti metti davanti io ti faccio sudare come un tricheco all’equatore … poi magari vinci ma io torno a casa contento e se poi si ride come matti da Aglio a quando si va a letto il miracolo è riuscito.
Girone con la corazzata Livorno,  gli scaligeri neo pretendenti al trono oldista e i pisani In Campo. Naturalmente B.Win quotava a 286 il nostro passaggio del girone ma quel deficente che ha buttato 1 € su di noi ha passato un buon week end. Magari si è permesso di andare a mangiare in un ristorante stellato sotto l’Arena di Verona!
Fra un girello, omini che stramazzano al suolo dopo 3 cm come se gli avessero sparato e palline che non c’è verso di agganciarle neanchè con l’attack qualche golletto lo facciamo anche … stai a vedere che sti violacei non sono proprio l’ultima ruota del carro! Fermiamo gli scaligeri, ci inchiniamo a Livorno, battiamo Pisa ci mettiamo a sedere e si continua a ridere come fave mentre altri si guardano increduli domandandosi perchè la loro corsa al titolo sia già finita …. della serie “O come ll’è andaha?”.
Il torneo va avanti anche se le uniche miniature veramente Old le ha Dino Granato sul tavolo del mercatino … quelle in campo sono CdT travestite, male, da subbuteo. Sono sicuro che se ne apro una a caso esce la faccia di Flores sorridente!
Giochiamo con Bologna e perdiamo … si ritorna a sedere e si continua a ridere anche perchè c’è ancora qualcuno fuori dal pallone che si chiede “O come ll’è andaha?”!
Alla fine vince Perugia, brava Perugia. In finale con Livorno, brava Livorno.
La finale del cadetti è vinta dal CCT Roma. Brava CCT Roma. Verona perde.
E con questo chiudo ….. ci si vede a giugno!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Pubblicato in Subbuteo

Semifinale Open per il Boncia

ASD-Firenze-AvatarMassarosa, 5 marzo 2017 – Bellissimo Open organizzato dai ragazzi del Versilia in una location splendida e perfettamente gestito dal Col. Presenti anche al sabato con la filiale Old, il North Florence, abbiamo strappato un buon fine settimana. Finale per i ragazzi dell’Old che escono sconfitti solo dai fortissimi labronici del CCML Livorno. Bravi, l’ennesima realtà cresciuta in seno al CS Firenze e che sicuramente ci darà belle soddisfazioni. La domenica è tempo di individuali. Becucci, Bonciani, Pini e Robertiello ai nastri di partenza di un Open che vede nomi altisonanti al via. Tiberio non ce la fa a passare un girone complicato mentre gli altri tre pionieri passano senza molti patemi d’animo. Luca, più in vacanza ludica che ad un torneo, si dedica alle buonissime lasagne condite da ottimo “rosso” e paga pegno agli ottavi infilato senza pietà dal vincitore del torneo Claudio Colpani. Sergio chiude un ottimo girone e deve cedere solo ai quarti dall’altro finalista, Jon Scotta, dopo essere passato in vantaggio ed aver mancato il gol che avrebbe chiuso il match. Peccato ma bel torneo Sergio! Sontuoso invece il torneo del Capitano. Marco passeggia sul suo girone ed arriva ad un passo dalla finale perdendo in semi da Colpani, vero mattatore dei viola in questa domenica. Torneo solido, giocato con la solita “testa da Capitano”; qualche recriminazione se la porta dietro ma bel torneo Marco, ottimo in vista di un aprile sempre più vicino!

FORZA FIRENZE!!!

Il Torneo nei dettagli

marco_massarosa

Pubblicato in Subbuteo

I Viola alla Coppa Italia 2017

ASD-Firenze-AvatarSan Benedetto del Tronto, 18/19 febbraio 2017 – Ore 15 di un anonimo pomeriggio, la sede della Sicurtek si anima di persone che parlano di tattica, orgoglio e persino fantasticano di successi. Il gruppo viola del CS Firenze si compone per partire ancora una volta per San Benedetto del Tronto per andare a giocare la Coppa Italia 2017. Ciascuno con il suo piccolo bagaglio di ansie e di speranze, il tutto accompagnato dalla “magia” di ritrovarsi in gruppo per due giorni, cercando di lasciare fuori tutti gli impegni che caratterizzano il quotidiano di ognuno. Quando ho accettato di far parte di questa spedizione mi interessava egoisticamente solo giocare ma un messaggio durante il viaggio del Capitano che citava la Coppa Italia di Casavatore ha messo tutto sotto un’altra luce. Avevamo la NOSTRA TRADIZIONE da portare avanti con assoluto orgoglio. In una Coppa Italia dove le defezioni sono state l’ordinario, il nostro club ha mostrato la capacità straordinaria di esserci e con il progetto di far giocare chi durante l’anno ha meno occasioni. Questo vuol dire essere un grande club. Non importa se agonisticamente dobbiamo crescere molto ma c’eravamo e con giocatori esordienti, cosa che club ritenuti grandi neanche riescono a concepire forse perché riescono a mettere assieme 4 giocatori solo per un paio di week end all’anno. Noi siamo Club dodici mesi l’anno! La parte agonistica ci ha visto “scaldarci” con tre club decisamente di categoria superiore alla nostra che ci hanno superato nettamente 4-0. La nostra prima vera partita l’abbiamo giocata contro L’Aquila che si è dimostrata più ostica del previsto andando ad impattare sia con noi che con Fiumicino. La partita spareggio per accedere al tabellone Master della Coppa Italia si presentava veramente difficile contro i laziali che disponevano di 2 risultati su 3. Decidiamo di schierare una formazione a viso aperto con scontri tutti in bilico in modo da non aver rimpianti. E rimpianti di fatto non abbiamo avuto; perdiamo tre partite di misura e ne impattiamo una. Quindi tabellone Cadetti.

Lo schema ci pone davanti i padroni di casa di San Benedetto che si presentano con due rinforzi tenuti a riposo nella partita che gli abbiamo arbitrato al turno precedente. Non ci scomponiamo e procediamo con accoppiamenti molto attenti, dove teniamo conto anche della possibilità di impattare la partita e prevalere per differenza reti. Dopo pochi minuti Casati ci porta in vantaggio ma neanche il tempo di gioire che l’avversario di Ferri mette le cose in pari. Cattani e Barducci macinano gioco ma non sfondano. A attorno al decimo minuto anche Cattani subisce un inaspettato  goal bissato immediatamente dal raddoppio di Resca su Ferri. Siamo sotto due a uno, occorre una scossa. E la scossa deve arrivare da Cattani che non si lascia scoraggiare e piazza un doppio vantaggio che ci porta a chiudere il primo tempo in vantaggio due a uno. Occorre ancora qualcosa per stare tranquilli; Cattani porta a tre il numero dei suoi gol ma Resca prima e l’avversario di Casati spostano nuovamente l’ago della bilancia verso San Benedetto. Siamo in pari e meno uno per differenza reti, il tempo sembra passare velocemente, Ferri tiene ma non riesce a pungere; Casati e Cattani spingono senza successo mentre Barducci, che ha affrontato la partita molto attento, è costretto ad osare e trova in prossimità della fine il goal che ci porta definitivamente in vantaggio. Quarti di Finale; davanti a noi un club pluridecorato negl’anni novanta, il NOLA 74. Avremmo voluto regalarci qualcosa di importante, ma l’esperienza loro ed il noviziato nostro ci raccontano di un tre a zero senza troppa poesia. No problem, ripartiamo con l’orgoglio di aver giocato per il nostro club e di esserci misurati con formazioni forse più forti o più pronte a questi tipi di manifestazione. Lasciamo nuovamente spazio alla formazione principale che proseguirà il cammino con il nostro stesso spirito…..lo spirito di un club che per mille motivi ha il diritto di sentirsi GRANDE.

Tutti i risultati della Coppa Italia 2017

coppa_italia_2017_squadra

Pubblicato in Subbuteo

Pini si prende la Coppa Firenze

ASD-Firenze-AvatarFirenze, 30 gennaio 2017 – Serata di grande agonismo quella di ieri sera al Club Subbuteo Firenze! 7 Partite tiratissime e sprazzi di bel gioco, insomma ciò che si addice ad un gruppo solido come il nostro.

Mette il primo titolo sociale in bacheca il nostro Luca Pini che in finale ipotizza la vittoria già nel primo tempo (2-0) contro un Robertiello un pò scarico rispetto alle prime due partite; di sicuro l’aggressività di Luca e il bellissimo vantaggio realizzato dopo 5 minuti di gioco hanno un pò fiaccato Sergio che non è poi riuscito a ritrovare il bandolo della matassa anzi il 3-0 da posizione “1” lo ha definitivamente affossato. Bravi entrambi.

In semifinale Pini aveva avuto la meglio su Cattani; il 3-2 dice di una partita combattuta anche se il secondo gol di Emanuele arriva ad una manciata di secondi dalla fine con Luca in controllo.
Gol del 2 a 1 sulla sirena per Robertiello che, in una partita scialba,  approfitta del suicido sportivo di Bonciani che a 4 minuti dalla fine in vantaggio per 1-0 e con possesso palla riesce  a subire una clamorosa rimonta! Bravo Serginho bisogna crederci fino alla fine.

Ai quarti si erano fermati un nervoso Masini (contro Bonciani), un sempre ostico Ferri (contro Pini),  Visani in una vera e propria lotta  contro Robertiello e Pasquini che si arrendeva solo al sudden death contro Cattani (è già il secondo sudden che Mirco subisco conto Ema).

Ottima serata si diceva, molti spunti e tanti complimenti a Luca che si assicura l’onore di aprire la stagione Fiorentina 2017/18 nella supercoppa del club … chi avrà l’onore di fargli compagnia? Altre due tappe del fiorentino e la final six decideranno il tutto.

ALE’ FIRENZE ALE’

classificaWASPA

Pubblicato in Subbuteo

Quarti di finale per il Boncia a Venezia

ASD-Firenze-AvatarDolo, 22 gennaio 2017 – Trasferta ricca di spunti in quel di Dolo (VE) per i gigliati. Al via nella categoria principale Bonciani, mentre Casati, Pasquini e Becucci si cimentano nel challenge in cerca della miglior forma campionato in vista dell’imminente serie D di aprile.
Bonciani non riesce a prendere la testa di serie di Eddie Bellotto per avere un percorso migliore nel tabellone ad eliminazione diretta; bella partita contro il mestrino ma il 2-3 finale lascia diversi rimpianti.

Agli ottavi di finale striminzito 1-0 contro Natale e quarti di finale con il numero 1 del torneo William Dotto. Partita che nasce male per Bonciani già sotto 0-2 dopo 5 minuti su due leggerezze difensive.  La  reazione del gigliato è tardiva (1-4) e la corsa verso le semifinali si interrompe.

Nel challenge tutti e tre i nostri portacolori passano il turno; Pasquini riesce addirittura a vincere il girone. Buona prova per Mirco molto sicuro di se e ben concentrato. Casati sbuffa parecchio ma alla fine fra mille sofferenza passa il girone come Becucci che dopo una prima sportellata dal felsineo Anderlini reagisce bene e vince lo scontro decisivo con Ceppi di Gorizia e vola agli ottavi.

Ottavi fatali per Becucci (1-5 con Melia) e Casati (0-3 con Anderlini) , Pasquini di misura (1-0) con Ioan di Gorizia. Purtroppo nei quarti anche Pasquini deve arrendersi al bolognese Anderlini (giocatore che non si capisce bene cosa ci facesse nel challenge!). Partita anche qui segnata da due segnature nei primi 5 minuti e tutto si complica mostruosamente; finale (1-5) anche troppo pesante.

Vincerà il torneo Open Croatti di Rimini su Mastropasqua di Venezia per 2-1 al sudden death.

Ottima giornata in un ottima location, sicuramente l’anno prossimo torneremo.
ALE’ FIRENZE ALE’

I risultati completi del Torneo

Pubblicato in Subbuteo