Sfuma ancora la Coppa Toscana

ASD-Firenze-AvatarDomenica 15 febbraio, tutti i club Toscani si sono radunati a Viareggio per giocare la coppa Toscana ed assegnare il titolo di campioni regionali a squadre 2015.
Firenze si e’ presentata al prestigioso appuntamento con ben due formazioni: la prima squadra, il Club Subbuteo Firenze, e la squadra filiale, la neonata Fiorenza che partecipera’ al prossimo campionato di serie D girone centro nord, creata per permettere una crescita ancor piu’ veloce ai nuovi giocatori viola peraltro gia’ molto promettenti ed agguerriti.
Per il Club Subbuteo Firenze erano presenti: Emanuele Cattani, Davide Visani, Sergio Robertiello e Simone Faraoni. Molte le assenze importanti ma i gigliati . come vedremo, ben figureranno nella competizione.  Per il Fiorenza si sono presentati: Alessandro Biagioni, Tiberio Becucci, Mirko Pasquini, Alessio Riccio e Gianmarco Riccioni.  Ironia della sorte…le due squadre viola venivano posizionate nello stesso girone insieme a Pisa, Livorno B e i temibili aretini di Papata.
Pronti attenti via e subito ci troviamo a giocare il derby, la partita che, onestamente, non avremmo voluto mai giocare per ovvi motivi….. Finisce 4 a 0 per il club Subbuteo Firenze.
Il secondo turno vede impegnata la Fiorenza contro Papata che, per vari problemi, si presenta con soli tre giocatori..ma che giocatori, Nicchi, Caiazzo e Neri.  I gigliati reggono l’urto benissimo fino all’ultimo secondo restando sul pareggio, poi Caiazzo segna il due a uno a Riccio (non senza una certa maliziosa esperienza) e porta il punto della vittoria in casa aretina. Da segnalare l ‘ottimo pareggio di Pasquini contro Neri e il modo in cui Becucci regge il campo con il forte Nicchi perdendo 4 a 2.
Il terzo  turno vede entrambe le squadre fiorentine impegnate sui panni verdi. Stavolta tocca al Club Subbuteo Firenze affrontare Papata mentre la Fiorenza affronta Livorno B. La prima squadra super 2 a 0 gli aretini grazie ai pareggi di Robertiello con Caiazzo e di Cattani con Neri ma soprattutto grazie alla vittoria di Faraoni 1 a 0 contro Nicchi. La Fiorenza, invece, pareggia con gli amaranto con i successi di Becucci e Riccio mentre Biagioni e Riccioni cedono le armi ai loro avversari.
Al quinto turno la Fiorenza affronta i forti Pisani del Black & Blue mentre la prima squadra gioca contro Livorno B. Netta affermazione per 3 a 0 del club Subbuteo Firenze grazie alle vittorie di Robertiello, Cattani e Faraoni e al pareggio di Visani contro il promettente Corti. Fiorenza si deve arrendere ai forti avversari ma con risultati molto combattuti su tutti i campi costringendo anche l’alieno Bertelli a subentrare  Farnesi nel secondo tempo.
All’ultimo turno il Club Subbuteo Firenze affronta i cugini Pisani per decidere che passera’ il turno al primo posto del girone. La posta in palio e’ alta, arrivare primi significa evitare in semifinale i campioni in carica del Grosseto, veri favoriti per la vittoria finale. Ai gigliati serve una vittoria perche’, pur essendo le due compagini a pari punti in classifica, hanno un incontro in meno vinto nel totale della partite disputate…!!!
Gli accoppiamenti sono molto importanti e alla fine da cilindro escono queste partite: Faraoni contro Schamous segnalato in gran forma, Cattani contro il bimbo terribile Tamburri, Visani contro l’altro bimbo Marinari (che poi verra’ sostituito da Farnesi) e Robertiello sacrificato sul campione del mondo Bertelli.  Faraoni strapazza Schamous con un secco 4 a 0 e Visani fa sua la partita con un bel 3 a 0, purtroppo Cattani perde 1 a 0 con Tamburri e Sergio soccombe, inevitabilmente, con Bertelli. Finisce 2 a 2 e Grosseto tocca a noi!!
Nel turno successivo la Fiorenza affronta Pistoia nel barrage della coppa cadetti perdendo una partita alla sua portata. Tutti i risultati sui campi sono stati tiratissimi fino all’ultimo secondo. Un’altra ottima esperienza che, non abbiamo dubbi, rendera’ ancora piu’ forti i futuri alfieri viola.
E arriviamo alla madre di tutte le partite, Firenze-Grosseto. Per ben due volte negli ultimi tre anni questa e’ stata la finale. Il legame che ci unisce ai maremmani e’ profondo. Stavolti li affrontiamo consapevoli che loro sono al top mentre a noi mancano alcune frecce importanti, ma non per questo avranno vita facile…..  Perdiamo, e il risultato e’ pesante, 4 a 0…ma sono gli stessi avversari a dire che almeno in due campi, il risultato e’ stato molto meno netto e la sconfitta troppo pesante.
Alla fine, come da pronostico, Grosseto battera’ Pisa ( che aveva vinto l’altra semifinale contro un ottima Versilia) in finale ma non senza patemi d’animo a testimonianza del grande equilibrio trovato su tutti campi nel corso della giornata.
Per noi, la consapevolezza di aver dato il massimo, forse con un briciolo di fortuna in piu’ potevamo raggiungere la finale ma abbiamo sicuramente tenuto alto l’onore dei nostri colori, e questo e’ quello che conta di piu’.

 18410_915768368455423_211811138008355567_n

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Subbuteo. Contrassegna il permalink.