Rincorsa vincente!

ASD-Firenze-AvatarSan Benedetto del Tronto, 21/22 aprile 2018 – Dovevamo rincorrere, dovevamo sudare e questo abbiamo fatto. Abbiamo rincorso sudando e lo abbiamo fatto vincendo. Gli undici punti dell’andata ci costringevano ad un girone di ritorno impeccabile, ed impeccabile è stato. Alla fine chiudiamo con un quarto posto da sogno ad un solo punto dal podio, 30 punti frutto di 9 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte. Non male direi per una squadra che aveva come obbiettivo quello di salvarsi nel Campionato Italiano di Serie Girone A. Dopo la fantastica promozione del TFC Fiorenza, un’altra perla si inserisce nell’albo d’oro del CS Firenze, sempre più solida realtà del panorama calciotavolistico italiano. La ciliegina su una torta meravigliosa è stato l’esordio in Campionato della nostra Margot Diradourian, tenace guerriera che a testa altissima non si è fatta intimorire dai truci mascoli italici. Si è calata perfettamente nella parte della novella Giovanna d’Arco e quando ha potuto ha spezzato le reni a chi gli si è presentato davanti. Merveilleux Margot!!!
Sapevamo benissimo che l’inizio sarebbe stato importantissimo. Nei giorni prima dei Campionati ce lo siamo ripetuti centinaia di volte che il trittico Vomero/Sassari/Modena sarebbe stato la cartina tornasole del nostro cammino. E’ andato tutto come volevamo, con due partite tirate e belle ed un capolavoro!
Con Vomero prendiamo paura perchè il Capitano va sotto con il rognoso Impallomeni ma il pareggio di Chris e le vittorie di Luca e Davide portano i 3 punti che ci proiettano all’incontro con Sassari.
E’ partita difficile, la partita che all’andata ci ha scombussolato tutti i piani e che ci vide soccombere. Ma questa è un’altra storia. I tre dell’apocalisse Marco/Davide/Luca portano a casa il punto e impreziosiscono la sconfitta di Margot, al suo esordio, contro Pintore.
Ed ecco Modena. Qualche settimana fa ne avevamo avuto ragione in finale di un Open nazionale. Questo ha rafforzato la consapevolezza che eravamo noi quelli da temere. E’ stata una battaglia. Una bella battaglia. Chris riesce a fermare sul pari il fortissimo Montanari mentre ancora una volta il trio Marco/Davide/Luca mettono in cascina tre vittorie fantastiche. Davide va anche sotto contro l’esperienza del “Cine” Massimo Conti ma alla fine l’urlo della vittoria è del gigliato (3-2). Luca ci prova da tutte le parti ma questa palla non entra e Daniele Di C’è tira fuori dal cilindro un paio di parate degne del miglior Courtois. Alla fine il grido è lo yeppaaaaa del 1-0 definitivo. Marco ha davanti l’icona modenese, Riccardo Porro, mentore e tuttofare della compagine romagnola. Marco decide di indossare il frac del Signor Cinismo e schiaffa la pallina in rete quanto basta per portare a casa l’1-0!
E tre su tre.
Ci diciamo che ancora non abbiamo fatto niente, ma chi ci crede??!!! Sappiamo benissimo che abbiamo fatto tanto, che abbiamo fatto quello per cui abbiamo lavorato nelle ultime settimane ….. dobbiamo solo rimanere concentrati, senza staccare la spina. E non solo non la stacchiamo ma decidiamo di portare il voltaggio a 1000 watt, il 220 non ci basta più!
Arriva Pisa, squadrone con giocatori del calibro di Pochesci e Subazzoli. Andiamo sotto nel campo del Subba, il Visa si fa dare le chiavi dello schiacciasassi e investe come un tornado il malcapitato Zanetti. 1-1 …. decisivi i campi del Kobra Cattani e del Capitano. Il kobra per adesso è rimasto all’ombra, sotto il suo sasso, a riempire le sacche dei denti con del veleno fatto in casa. Ha davanti un mostro sacro che non più tardi di “ieri” calcava palcoscenici da serie A. Non gliene frega un cazzo…. sbuffa come un toro, snatura la sua filosofia di gioco pur di stare attaccato al match subisce tre reti ma, purtroppo per il pisano, per tre volte si avventa alla giugulare e sferra tre morsi letali. 3-3 e partita per adesso in mano nostra. Manca il campo del Capitano che davanti ha il giovane maltese dei crociati. E’ avanti 1-0, ha sbagliato un gol a porta vuota e le uniche energie che gli sono rimaste nei due minuti finali sono pari al nulla, al vuoto! Ma addosso non ha una maglia qualsiasi. Ha la maglia di Firenze, “… per seguir virtute e canoscenza!”. Mancano 10 secondi alla fine, ha la palla, mi avvicino al suo orecchio e gli sussurro che è il più forte, assolutamente il migliore …….. e sarà il più forte, il migliore. Vinciamo 2-1 e facciamo il poker!
Ultima fatica del giorno, Siracusa. Davide e Marco pareggiano contro Russo e Murabito mentre Bagnato esce vittorioso sul campo dove si suona la Marsigliese. Luca batte 2-0 Gissara e agguanta il punto del pareggio che ci fa finire la prima giornata imbattuti con 13 punti sui 15 disponibili conquistati.
Possiamo andare a mangiare soddisfatti ma continuiamo a raccontarci la cazzata che non abbiamo fatto niente! Mi mando affanculo da solo ….
La domenica mattina un sussurro ci dice che l’obbietivo è stato raggiunto…..oramai la salvezza è acquisita. Questo fa calare un pò la tensione e nelle partite con i fortissimi Pierce e i Flickers arrivano due sconfitte.
Per orgoglio dobbiamo rimetterci in piedi. Basta pochissimo: due occhiate ed è tutto chiaro. Battiamo Livorno con una partita di Marco da proiettare in tutte le scuole italiane, Davide ci mette il carico e Margot che chiude a chiave il discorso!
Alla fine ci prendiamo anche il lusso di battere Barcellona, la corazzata del girone, che già promossa matematicamente ha da tempo staccato ogni velleità agonistica.
Finiamo con un girone di ritorno strepitoso, un quarto posto che ci riempie di orgoglio e che ci prepara alla nuova sfida targata 2018/2019!!!
FORZA FIRENZE, SEMPRE!!!

Tutta la Serie C 2017/2018 nei dettagli

classifica_serieC


Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Subbuteo. Contrassegna il permalink.