A Carpi per farsi le ossa …

ASD-Firenze-AvatarCarpi, 5 novembre 2016 – Grandi numeri all’Open Fisct di Carpi organizzato in maniera impeccabile come sempre dalla banda Porro & Company. 20 squadre ai nastri di partenza il sabato e 82 individuali alla domenica sono numeri che premiano la professionalità di un gruppo che negli anni si è sempre distinto nel panorama del calciotavolo italiano.
E’ il quartetto bresciano capitano da Giuliano Gazzoldi ad alzare il trofeo più importante nella competizione a squadre, sconfiggendo in finale i veneziani del Serenissima Mestre (Gazzoldi-Natale 2-0  Torano P.-Bernardi 3-1  Torano F.-Bellotto 1-3 Visentin – Dotto 1-1).
Firenze si presenta con una “sperimentale” lanciando i due giovani alfieri Ferri e Casati al fianco dei due vecchi leoni Cattani e Robertiello. In campo anche la filiale fiorentina, Fiorenza, che sfodera Pasquini, Riccio, Cherici e Riccioni. I gironi ci sono ostici con Firenze che nonostante la bella vittoria contro Biella non riesce ad avere la meglio su Versilia”B” e non raccatta punti contro Gorizia finendo terza. Stessa sorte per Fiorenza che nonostante la convincente vittoria contro Trento resta al palo contro Cremona e Mestre. Ai quarti di finale del Consolazione il tabellone mette in scena un derby tiratissimo risolto solo al sudden death da un guizzo del “vecchio” Cobra. Firenze arriva in finale dopo assersi sbarazzata di Torino 2009 ma i labronici capitanati da Michele Giudice questa volta hanno qualcosa in più. Peccato.

Domenica il torneo individuale, oltre al forfait di Pini costretto ad una lunghissima maratona di espulsioni gastriche, vede protagonisti ancora una volta il duo apocalittico Ferri/Casati. Gabriele, nonostante un girone davvero tosto, vende cara la pelle strappando un pari al bravo De Francesco Jr. e perdendo contro Colpani e Porro Jr. Giocando a testa alta, dimostrando una volta di più che la strada è quella giusta e solo con la dedizione e la voglia di migliorarsi si può arrivare a togliersi qualche soddisfazione in questo gioco al massacro mentale. Girone ostico anche per il nostro Diavolone che non sfigura affatto e dimostra di che pasta siamo fatti a Firenze: “Vuoi vincere? Ok, ma togliti la camicia perchè suderai come un dannato!”. Sconfitta di misura contro il fortissimo mestrino Bernardi, pari contro il fratello granata Vergoni e scivolata nel finale contro un Di C’è che porta a casa il match. Nel consolazione si invertono gli avversari che però fanno di nuovo male ai gigliati. Gabriele cade ai piazzati contro Daniele Di C’è mentre Riccardo non ce la fa contro De Francesco Jr.

Buon fine settimana in attesa dei prossimi impegni agonistici, primo fra tutti l’andata dei Campionati Italiani a San benedetto del Tronto il 19 e 20 novembre.

Stay tuned e Forza Firenze!

Open Carpi – Individuale

Open Carpi – Squadre

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Subbuteo. Contrassegna il permalink.