Giannarelli conquista Firenze

9 settembre 2012 – Bella giornata calcio tavolistica quella che ha caratterizzato il Satellite FISCT 2^ edizione della Extreme Works Cup in riva all’Arno. Dodici gironi che hanno visto 48 giocatori affrontarsi a viso aperto, giovani leve a confronto con mostri del panno verde e tutti che hanno contribuito affinchè la giornata trascorresse in maniera davvero sportiva e piacevole.
La fase eliminatoria a giorni non presenta eccessive sorprese e i pronostici della vigilia vengono più o meno rispettati; il barrage invece mette in gioco le prime difficoltà anche per i big e tutte le partite saranno all’insegna dell’equilibrio segno evidente della livellazione che sta subendo il calcio da tavolo specialmente in competizioni come un satellite. Ottavi di finale anche questi all’insegna dell’equilibrio con una scossa data dal papatino Neri che si prende il lusso di eliminare il grossetano Mauro Petrini con un perentorio 3-1. Scontro tutto spezzino tra Pecchioli e Giannarelli con quest’ultimo che accede ai quarti di misura. Vanelli, Torano, Gargiulo, Manganello, Anderlini e l’ascolano Ciabattoni non disattendono le attese.

Ai quarti di finale l’outsider Neri non ce fa con Torano che fa prevalere tecnica ed esperienza mentre le altre tre partita sottolineano ancora una volta di più l’equilibrio. Giannarelli ancora di misura sul cinghiale maremmano Vanelli, l’estense Gargiulo che regola il giovane Manganello con il minimo scarto, mentre occorre il sudden death per far accedere alla semifinale il felsineo Anderlini.

Intanto nel Torneo B si stanno facendo largo a spallate il gigliato Matteo Cherici e la vecchia volpe ascolana Giuseppe Silvestri. Fanno piazza pulita e arrivano alle semifinali dove ad aspettarli ci sono Silveri e il neo acquisto grossetano Michele Giudice. Ma anche per loro niente da fare: la marcia del duo Cherici/Silvestri non si ferma e li porta entrambe in finale.

Il torneo A vive le sue semifinali. Tirate sino alla fine, costante che ha caratterizzato il satellite fiorentino sin dalle prime partite. Stesso risultato sui due campi: il 2-1 premia lo spezzino Giannarelli su Torano e il bolognese Anderlini su Gargiulo.

La finale è giocata da due signori giocatori che mettono la ciliegina sul torneo giocando davvero a grandi livelli tecnici e dando vita ad una finale entusiasmante. Vince Giannarelli di misura, 1-0, che scrive il proprio nome sul Trofeo Extreme Work Cup succedendo al ferrarese Subazzoli vincitore dell’edizione 2011.

Nel torneo B altra bellissima finale. Il “vecchio” volpone Silvestri a condurre le danze sul rettangolo verde mentre il “giovane” rampante pupillo gigliato Cherici a tentare di rompere le uova nel paniere. Ci va vicino più di una volta ma alla fine l’esperienza e la tecnica dell’ascolano siglano la rete della vittoria a 1 minuto dalla fine.

Da segnalare il gesto dell’amico Riccardo Porro che con una maglietta celebrativa ha voluto ringraziare coloro che si sono adoperati per dare un aiuto alla popolazione emiliana colpita dal terremoto. Grazie Ricky!

Vi aspettiamo tutti alla 3^ edizione della Extreme Works Cup all’ombra del Cupolone.

Il torneo nei dettagli

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Subbuteo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.