Finalmente C siamo!

ASD-Firenze-AvatarSan Benedetto del Tronto – Il 13 aprile 2014 sarà una data che ognuno di noi, del Club Subbuteo Firenze, avrà stampata per sempre nella memoria!!
La data in cui questo club riesce finalmente ad emergere dalla montagna di disavventure che ne hanno caratterizzato la storia negli ultimi 5 anni. Dentro a questa montagna c’e’ di tutto, colpe nostre, sfortuna, disgrazie………………ma adesso ne siamo fuori!
Non in maniera trionfale ma soffrendo come bestie, come siamo abituati a fare e, per questo, la gioia e’ ancora piu’ grande!!

Siamo di nuovo in serie C!

Partiti per San Benedetto del Tronto in sei, Bonciani (capitano), Pini, Toni, Robertiello, Visani e Faraoni consapevoli che sarebbe stato un campionato di transizione, nel quale l’alto numero di promozioni poteva farci avere più di una speranza per toglierci dalla palude della serie D/Interregionale.
Non era obiettivo solo nostro e, vista la crescita vertiginosa del livello tecnico di questo sport, non sarebbe stato per niente facile…e infatti.

Partiamo con Cremona, squadra ostica. Giochiamo benissimo e fino a 5 secondi dalla fine siamo in vantaggio per due a zero. Poi…poi la follia!! Un’ingenuità ed un errore arbitrale ci fanno subire due gol in 5 secondi. Uno a uno e due pesantissimi punti persi.
Lo strascico psicologico di questa partita condizionerà tutto il nostro campionato e ci costringerà a rincorrere noi stessi prima degli avversari.
Secondo turno contro Reggio Calabria. La delusione è ancora presente e perdiamo 2 a 1…morale sotto i tacchi anche perche siamo coscienti di non aver giocato come sappiamo.
Terzo turno ancora una squadra calabrese, Bruzia.
Sappiamo bene che siamo ad un bivio e che non possiamo fallire. Fatichiamo a morte ma strappiamo il primo successo per 2 a 1 con un grande sospiro di sollievo.
Ci aspetta Napoli 2000 e qui ricaschiamo nella follia….giochiamo tanto male da non poterci credere e perdiamo 2 a 0. Ci guardiamo in faccia senza capire il perché; come possiamo non riuscire a fare neanche le cose piu’ semplici?
Arriviamo al quinto turno, ultimo del sabato, e affrontiamo la capolista , i romani del Black Rose. Solo pochi mesi fa ci siamo permessi il lusso di batterli…sembra passato un secolo!
Perdiamo 3 a 0, ma c’è un campanello che ci fa capire che possiamo sperare. Il nostro capitano, Bonciani, pareggia 4 a 4 contro il fenomeno avversario Guidi………è come una scossa!
Finiamo a 4 punti in piena bagarre insieme ad altre 4 squadre costretti a giocarci il tutto per tutto nella giornata di domenica!
Cena sul lungo mare della splendida San Benedetto del Tronto. Birra, pizza e pesce aiutano a schiarire le idee. Domani per noi non ci sarà appello!

Il primo avversario di domenica è di quelli da far tremare i polsi, Monferrato, i ragazzini terribili “figli” degli ancor piu’ terribili campioncini del Pierce 14 che milita in serie A.
Invece sfoderiamo una partita modello, pareggiando 1 a 1 con un Toni “vecchia maniera” che fa prendere l’esaurimento nervoso a Cubeta ed un Robertiello che sfiora più volte la  possibilità di farcela vincere.
Ecco questa è la partita della svolta, quella che ci fa capire che possiamo rialzare la testa.
Settimo turno con Vicenza…. questa partita diventa la partita dell’anno. Sappiamo che se sbagliamo siamo fuori! E invece vinciamo 2 a 1 con un gol a 15 secondi dalla fine di Sergio …tripudio!!
Mancano due partite alla fine, dobbiamo giocare contro i nostri “amici” aretini di Papata, ormai già tranquilli, e contro Foggia.
Le partite contro Papata sono sempre state molto equilibrate ma stavolta l’ago della bilancia pende a loro favore. Forse la loro maggior tranquillità fa la differenza…perdiamo 2 a 0!

Arriviamo all’ultimo turno di gioco. O dentro o fuori. Giochiamo contro Foggia e potrebbe bastare un pareggio ad entrambi per centrare la promozione,  purchè Napoli 2000 non batta Vicenza e Bruzia non batta Cremona.
Inizia la partita e l’aria sembra densa e sempre più difficile da mandare nei polmoni…la tensione è alle stelle e tutti giochiamo su 12 campi, i nostri e quelli delle altre partite!!
Andiamo in vantaggio con Bonciani che poi consolida il risultato. Saremmo già promossi, ma subiamo gol sul campo di Sergio e siamo 1 a 1……i minuti non passano mai.
Nel frattempo sugli altri due campi il risultato è di pareggio…..noi e Foggia andiamo avanti pensando a non rischiare la sconfitta e il possesso palla fa da padrone.
Arriviamo, C siamo 6…5…4…3…2…1…0….. !!!!!
Mi giro e vedo i  miei compagni che si abbracciano e piangono….sono tutte fotografie che resteranno negli occhi, per sempre!

Firenze ce l’ha fatta, e’ di nuovo in serie C e ci e’ riuscita lottando fino alla fine, finalmente!!

                                                                                                                                                                  Simone Faraoni

La ciliegina sulla torta di questo magnifico week end l’hanno messa i ragazzi della squadra satellite, che in terra pistoiese si sono fatti onore nel girone Centro dell’Interregionale dando del filo da torcere a formazioni come Sassari, Castiglione e B-Eagles molto più attrezzate di noi. Un quarto posto nel girone che ci rende davvero orgogliosi e che fa intravedere una gran bella luce per il futuro del nostro Club.
E quindi un meritato applauso al capitano della spedizione gigliata Pasquini e a seguire tutti i suoi soldati, Becucci, Fucci, Poggiali, Biagioni, Riccioni, Cecchetti.
Grandissimi!

Collage-promozione-x-web-

RISULTATI COMPLETI CAMPIONATI ITALIANI 2014

Si accendono le micce!

ASD-Firenze-AvatarFirenze, 10 aprile 2014 – Ci siamo! L’ennesimo appuntamento con l’evento più importante della stagione subbuteistica è di nuovo alle porte.
Quest’anno nel segno del completo rinnovamento. Nuova location, San Benedetto del Tronto che ci ha accolto veramente con i tappeti rossi, nuovo board federale e nuova formula per i campionati.
Insomma quasi un anno zero per il movimento e perchè no, anche per noi.
Si perchè per la prima volta nella storia del Club gigliato presentiamo ai Campionati Italiani a Squadre ben due formazioni; la prima che affronterà l’impegno difficile di risalire dalle melme della serie D/interregionale, mentre i ragazzi del secondo team saranno impegnati in quel di Pistoia nel girone centro dell’Interregionale come squadra fuori classifica.
Davvero un traguardo prestigioso, che premia i tanti sforzi fatti in questi anni e che ci riempie di orgoglio.
Non scrivo niente, nessuna speranza, nessun obiettivo, solo tanta voglia di salire sul pulmino domani con i miei compagni di squadra e poi si vedrà.

Ai posteri l’ardua sentenza!

logo serie Clogo serie D

Disastro viola!

Chianciano, 21-22 aprile 2012 – Non sono bastati neanchè i “big three”  a rimettere in carreggiata Firenze. Il trio delle meraviglie Toni-Colella-Vanelli supportati dagli storici viola Cattani-Bonciani-Pini non hanno fatto il miracolo. Ma di questo non si trattava. Non era il miracolo che si chiedeva a Firenze,  ma un cambio di direzione che permettesse a questa squadra di tornare in categoria superiore. Adesso s’impone l’ennesima riflessione, le analisi su cosa non ha funzionato spopoleranno su questi schermi per qualche settimana. Poi l’ennesima ripartenza. Come? Con chi? Ancora non lo sappiamo, l’unica cosa certa è che la prossima stagione sarà la più dura, la più difficile, perchè il parco avversari sarà ancora più competitivo di quest’anno. E noi saremo sempre al solito posto, con la solita passione di sempre e un impegno che non smette mai di crescere, con il sogno che quell’abbraccio liberatorio arrivi finalmente anche per noi.

La classifica finale

Campionati senza acuti

Chianciano 14-15 maggio 2011 –  Week end tricolore per i tre nostri gigliati Pini, Pecchioli e Cattani in quel di Chianciano Terme (SI) impegnati nella massima competizione a livello individuale che il panorama del Calcio da Tavolo italiano possa esprimere; il primo nella categoria “Veteran” gli altri due in quella “Cadetti” erano alla ricerca di buoni risultati e spunti interessanti  soprattutto per poter posare le basi della prossima stagione. Come da tradizione delgi ultimi anni tutti i tornei vedono maxi-gironi da 7/8 partecipanti creando i presupposti per tenere in bilico le qualificazioni alle fasi ad eliminazione diretta fino alla fine. Ed infatti per tutti e tre i nostri portacolori si lotta fino in fondo, nello specifico Luca Pini pesca davvero male nell’urna e nel suo girone a 7 trova De Francesco di Perugia e Richichi di Palermo che tanto per dire alla fine si contenderanno il titolo con il grifone che vincerà solo ai calci piazzati garantendosi così un posto nei prossimi mondiali di Palermo; il nostro Luca suda sbuffa e regge l’urto con tutti ma per un soffio non riesce ad agganciare quel quarto posto utile a passare il turno conquistato dell’irpino Livio Cerullo, peccato perchè proprio con Cerullo aveva esordito pareggiando 1-1. Quarto posto che invece il nostro C.T. Emanule Cattani riaggancia all’ultimo tuffo la domencia mattina battendo il sorprendente romano Lepri dopo che il sabato, il nostro  emanuele ne aveva fatte di tutti i colori per complicarsi la vita; passaggio di turno leggermente piu’ agevole per Alessandro Pecchioli nel gruppo 3, entrambi pero’ si incagliano subito al primo turno ad eliminazione diretta, il primo con il vicentino Castiglioni il secondo contro Bacchin di Sanremo. Peccato una grande occasione buttata via per entrambi!

Ed ora sotto con l’ultimissima parte della nostra stagione che ci vedrà impegnati con due squadre al Major FISFT di Bologna il prossimo 28 maggio e le finali del campionato Fiorentino del 13 giugno dove il nostro Simone Faraoni dovrà difendere il suo titolo conquistato la passata stagione.

                                                                                                             Marco Bonciani

XXXVII Campionati Italiani Individuali nel dettaglio

Week end tricolore

Chianciano, 14/05/2011 – Mancano pochi giorni al piu’ grande evento nazionale del Calcio da Tavolo Italiano, la 37^ Edizione dei Campionati Italiani Individuali!!!!
Quest’anno, per la prima volta dopo tanti anni, abbiamo 3 e dico 3 rappresentanti del nostro club!
Luca Pini difenderà i nostri colori nella categoria Veteran affrontando i mostri sacri del circuito che si contenderanno un posto nel prestigioso albo d’oro e un posto per i mondiali di categoria, Emanuele Cattani e Alessandro Pecchioli battaglieranno nella categoria Cadetti e da loro ci aspettiamo davvero un qualcosa di grandioso visto che gli avversari sono TUTTI alla loro portata.
FORZA LUCA, FORZA EMA e FORZA PECCHIO saremo con voi !!!

Promozione fallita

Chianciano, 17 aprile 2011 – Niente da fare, non ce l’abbiamo fatta! L’impresa di conquistare la promozione deve essere rimandata alla prossima stagione. Solo sesti  in un campionato davvero difficilissimo che ci ha visto aggangiati ai play off fino alle ultime 3 giornate. Poi le sconfitte con Grosseto e Lugo ci hanno tolto le ultime speranze. Davvero di alto tasso tecnico questa serie D che ha visto  la promozione diretta della corazzata lagunare della Serenissima Mestre e, vincitori dei play off contro Grosseto, degli amici dei Lugo Roosters. Forse solo Bergamo e Paola si sono presentati con squadre al di sotto della media, ma le altre otto compagini hanno dato vita ad una battaglia senza confini davvero entusiasmante.
Veniamo alla cronaca della due giorni. Inizio con il botto per Firenze che sulla propria strada incontra appunto i super favoriti: Serenissima! Teniamo un tempo poi l’esperienza e il tasso tecnico fanno la differenza. Quattro vittorie su quattro campi per i lagunari e via al secondo turno. Altro impegno difficilissimo perchè i Phoenix di Salerno sono squadra solida e compatta con almeno due giocatori di categoria superiore. Pareggiamo due campi, Pini vince e nonostante la sconfitta di Faraoni con Caggiano strappiamo il primo punto. Terzo turno, arriva genova del fuoriclasse Spagnolo. Tocca a Bonciani cercare di fermarlo……e arriva l’impresa di Marco. Tre pari, Peluso batte Vignarolo e vinciamo 2 a 1. Bene così, siamo in corsa. Intanto  Serenissima e Lugo viaggiano a punteggio pieno ipotecando quello che sarà poi l’esito finale. Quarto turno: disastro! Arriva Stabia dei bravi Ottone e Esposito M. . Bonciani fa un altro capolavoro vincendo con quest’ultimo ma le sconfitte sugli altri campi ci danno una mazzata pesante. Serve subito il riscatto per ripartire e non perdere  il treno play off. Bergamo non regge Li schiantiamo su tre campi e il solo Schito pareggia con Faraoni evitando il cappotto.    L’Ultimo turno del sabato ci mette davanti ai rivali regionali di Arezzo. Partita sentitissima ma noi non abbiamo altri risultati se non la vittoria. E questa arriva! la rottura arriva da Pini che battendo uno dei punti di forza aretini come Caiazzo porta il punto del 2-1. Cattani fatica ma ha la meglio sul folletto Goti mentre Bonciani  si fa fermare da Neri sul 2-2. Nicchi, impietoso, asfalta peluso con un perentorio 4-0. Si chiude la prima giornata. Stanchi, sfiniti ma ancora li a puntare quel terzo posto che ci consentirebbe di approdare ai play off. L’indomani mattina iniziamo con la partita che decide l’intera stagione. Arriva Grosseto con una squadra completamente diversa dal giorno prima. L’inserimento di Vanelli e Biagiotti fa dei maremmani altra squadra. Cattani e Peluso a portare il punto, Bonciani e Pini a cercare di contenere. Purtroppo Cattani cade nello strano gioco di Vanelli e Pini cede con un rimpallo. La vittoria di Peluso su Biagiotti per 2-1 non ci basta. Perdiamo e salutiamo play off, serie C e sogni di promozione. Il morale cade e perdiamo anche con i Roosters e a poco serve la vittoria, tra l’altro più che scontata, con Paola. Chiudiamo al sesto posto con l’amarezza che la sola vittoria contro Grosseto ci avrebbe proiettato al terzo posto……peccato davvero, ma ci riproveremo, forti del fatto che il prossimo anno avremo maturato ancora più esperienza e più che altro nelle file di Firenze indosserà la maglia viola un certo Alessandro Toni!

Il fascicolo completo della Serie D 2011

Suicidio Firenze !!!

Fiumicino –  Basterebbe il titolo per descrivere in due parole il Campionato Italiano dei gigliati in quel di Fiumicino. Un suicidio vero e proprio. All’ultimo turno, contro una pretendente alla promozione come Lazio,  in vantaggio per 2-1 a 19 secondi dalla fine riusciamo a perdere baracca e burattini. Dall’essere salvi ci ritroviamo a giocare uno spareggio con il morale sotto i tacchi che infatti ci vede soccombere per 1-0 contro Modena e inanellare la seconda retrocessione in due anni. Ma i risultati sui quali ricriminare sono da ricercare anche nelle partite precedenti a questa, le sconfitte con Napoli 2000 e soprattutto con La Spezia hanno fatto molto male. Inutile scendere nei dettagli del torneo con valutazioni che hanno bisogno di tempo e che rischierebbero di essere figlie di un’amarezza ancora troppo forte ma è innegabile che questa Firenze ha commesso troppi errori, che questa Firenze ha bisogno di una forte autocritica. Più in basso di così non possiamo scendere, due retrocessioni in due anni consecutivi devono Continua a leggere

Arrivano i Campionati Italiani

Ci siamo ragazzi, tra due settimane saremo chiamati a scendere in campo per l’evento clou dell’anno; i Campionati Italiani a squadre che ci vedranno impegnati in quel campionato di serie C davvero molto difficile. Dieci squadre si contenderanno gli unici due posti che danno l’accesso alla serie B ma grande battaglia ci sarà anche per la permanenza nella serie perchè lo spettro della retrocessione è davvero impensabile per ogni compagine che si presenterà in quel di Fiumicino. Sette saranno i gigliati che scenderanno in terra laziale e che proveranno a mettere in difficoltà squadroni come Roma, Lazio Modena o Ferrara ma anche le altre non saranno da meno visti i giocatori che compongono i quintetti di Cagliari, Fighters Napoli, S.F. Paola, La Spezia e Napoli. Il coach Emanuele Cattani avrà a disposizione il capitano Faraoni, Peluso, Bonciani, Pecchioli, Bonamici e Pini con i quali cercherà di imporsi in una competizione durissima non solo dal punto di vista tecnico ma anche sotto Continua a leggere